top of page

Pochi ma…

LA PAURA DEGLI SPAZI DISPERSIVI

Oggi è stata una giornata un po' movimentata.

Si sono recati al Casale “Bosco de Medici” una coppia di sposi: lei un avvocato e lo sposo un architetto, erano in compagnia della madre della sposa. Vorrebbero festeggiare il loro matrimonio presso la tenuta in quanto un mese prima hanno partecipato alla comunione della loro nipotina ed è molto piaciuta la struttura.

Gli invitati al loro matrimonio raggiungeranno un massimo di 100 persone e loro preoccupazioni sono di non usufruire di tutti gli spazi della location e quindi l’ambiente risulterebbe più dispersivo. Li ho rassicurati dicendo loro che siamo pronti ad ospitare anche pochi inviati e allo stesso modo risolvere la problematica che loro hanno manifestato.

Infatti, ho fatto presente ciò che è accaduto a Giulia e Giuseppe, un’altra coppia di sposi, i quali scelsero per il loro matrimonio l’area “Piazza”, un ambiente molto ampio. Sapevo che il numero degli invitati avrebbe raggiunto le 100 persone, così come comunicatoci nei 10 giorni antecedenti al matrimonio.



La mattina del grande evento, lo sposo mi chiama e mi comunica che circa 30 invitati, a causa di un grave ed improvviso lutto in famiglia, non si sarebbero presentati e che si preoccupava che l’area “Piazza” sarebbe diventata un ambiente molto dispersivo. Lo rassicurai dicendogli che doveva solo pensare a godersi il giorno più importante della sua vita. Subito contattai una serie di aziende che si occupano di allestimenti per matrimonio e ordinai altri divani, decorazioni che servivano a riempire gli spazi ampi. Mi rendo conto che sarebbe diventato un grande ambiente con tanti spazi vuoti a causa del numero ridotto degli invitati, siccome l’area, a mio parere, sarebbe diventata un ambiente che rappresentava una semplice cena all’aperto e che non rappresentasse la vera “scena di matrimonio”. Ero io in prima persona ad essere preoccupata in quanto l’azienda era riuscita a darmi solo la disponibilità del trasporto degli allestimenti e che non aveva personale a disposizione che si occupasse per lo scarico. Allora dissi che non c’era nessun problema, l’importante era farmi avere in struttura gli allestimenti richiesti. All’arrivo degli allestimenti chiamai tutto lo staff. Il personale iniziò ad occuparsi dello scarico e del posizionamento dei nuovi allestimenti da noi richiesti proprio poche ore dall’inizio della cena. Infatti, subito dopo aver sistemato il tutto, iniziarono ad arrivare alcuni ospiti e successivamente con l’arrivo degli sposi rimasero sorpresi e incantati dal bellissimo scenario che avevamo creato per la loro location. Lo sposo subito mi raggiunse facendomi tanti complimenti e il loro matrimonio si svolse per tutta la serata in modo elegante. Dopo questo racconto e dopo aver fatto presente che a tutto c’è rimedio, la madre della sposa ne rimase molto colpita ed ha suggerito alla figlia di organizzare il matrimonio proprio nella zona Piazza, in modo tale che avrebbe potuto godere della strabiliante location da noi offerta. La sposa non ha esitato in quanto anche lei ne è rimasta molto colpita, e dopo averne parlato anche con il futuro marito, abbiamo proseguito per la scelta del menù e per la stipula del contratto.

Comentários


bottom of page